La Morte della Critica Gastronomica: Cosi continua L’Ottimo Cibo

0
161

 

Perché arriva la morte della Critica Gastronomica?

Ma cosa perde il pubblico quando diminuisce il numero di critici gastronomici schietti e premurosi? Alcuni potrebbero obiettare che la maggior parte dei frequentatori di ristoranti in questi giorni preferisce Google, Yelp ed  Instagram.

Che cercano per punti rapidi sul menu e l’atmosfera, e si preoccupa meno della qualità, del metodo di preparazione del contesto storico del cibo stesso.

La verità sulle recensione

Le recensione sul cibo sono davvero per il pubblico, quindi, o semplicemente una camera di eco all’interno del settore, che fornisce foraggi agli investitori nemici su cui ridacchiare?

Le recensione dannose sui ristoranti potrebbero non scoraggiare nemmeno i clienti dall’effettuare una prenotazione. Diversi ristoranti rimangono costantemente affollati nonostante le recensione critiche degli “esperti”. C’è stato un tempo in cui le recensione critiche dei ristoranti creavano letture di odio cliccabili. Ma anche quelli hanno perso il loro “appeal”.

Food Blogger

Negli ultimi dieci anni, l’afflusso di food bloggers su Instagram e altri social media e piattaforme di recensione online come Google, Yelp e TripAdvisor hanno cambiato la natura di critica alimentare.

A differenza dei critici gastronomici, le recensione pubbliche online possono affermare se i commensali civili hanno trovato un pasto semplicemente buono o cattivo. Senza necessariamente spiegare, o addirittura capire, perché si sono formate tale opinioni.

In altri casi, le recensione online fungono da rapida panoramica delle offerte del menu, del servizio e dell’atmosfera del ristorante, spesso basandosi su foto senza alcuna valutazione scritta da parte di esperti del cibo reale.

Diversi Blogs pubblicano contenuti di ristoranti ricchi di decorazione che possono includere immagini di determinati piatti, ma non recensiscono il cibo stesso.

Nuova Prospettiva dei Ristoratori

I proprietari dei ristoranti sembrano sapere che i recensori apprezzano tanto l’estetica quanto il gusto, e ora progettano i loro ristoranti pensando su Instagram.

Sebbene la presentazione ponderata di cibo e bevande non sia una novità nel mondo della ristorazione, i social media stanno facendo pressione su proprietari e designer affinché pensino a ciò che è visibile intorno ai piatti di cibo evidenziati in innumerabili feed di foto.

Le Mancanze

Questo cambiamento di attenzione può essere attribuito alla mancanza di esperienza. Tutti pensano di poter scrivere di cibo e spesso non hanno il “background”. L’ esperienza ed avere studi formali in questo settore sono essenziali perché e fondamentale aver imparato una vasta gamma di abilità culinarie e competenze scientifiche.

C’è cosi tanta scienza nella tecnica alimentare e nella comprensione di come le cose funzionano insieme. Non avere quella formazione e non avendo un metodo scientifico applicabile alla ristorazione con tutte le variabili socioeconomiche e culturale, essere solo un bravo cuoco non ti porta da nessuna parte.

by

Jose Antonio Del Rivero

Imprenditore nel Settore Ittico e Ristorazione, Consulente Aziendale Import / Export/ Master Multimediale dell'Enogastronomia-Phygital Edition, Università degli Studi Suor Orsola Benincasa (UNISOB) Napoli, Italia / Master Traduzione Professionale e Mediazione Linguistica per la Comunicazione d'Azienda, Università degli Studi Suor Orsola Benincasa (UNISOB), Napoli, Italia/ Master Event Management (UTS) University Technology Sydney, Australia, Associate Degree in Culinary Arts, (NECI) New England Culinary Institute. U.S.A. Laurea Estera BA Relazioni Industriali- Pubblica Amministrazione (UIA) Universidad. Iberoamericana Città del Messico, Messico