Relazione Commerciale Italia – Messico

0
432
Import - Export Internazionale
Import -Export Internazionale

Relazione Commerciale tra Messico e Italia

“Import – Export Seconda parte”

RAPPORTO COMMERCIALE

L’Italia è il terzo partner commerciale del Messico tra i paesi dell’Unione Europea (UE), dopo Germania e Spagna. A livello globale l’Italia si colloca all’11° posto nel commercio totale del nostro Paese. Da parte sua, il Messico è il secondo partner commerciale dell’Italia in America Latina, dopo il Brasile.

ACCORDI BILATERALI

L’Accordo tra l’Unione Europea ed il Messico entrato in vigore nel 2000 è stato aggiornato, segnando una nuova tappa nelle relazioni tra l’Unione ed il paese appartenente al Nord America.

In termini generali oltre alle già previste misure e norme che danno la possibilità agli operatori economici dei paesi firmatari un trattamento preferenziale idoneo a competere e collaborare nei mercati in maniera più aperta e favorevole, permettendo l’ingresso della quasi totalità dei prodotti europei in Messico senza dazi.

Sono state varate una nuova serie di misure che prevedono la protezione di 340 diversi prodotti alimentari dal rischio di imitazione nel Messico, la possibilità di vendere con più facilità servizi finanziari e di altro tipo da parte di aziende europee nel mercato di riferimento e la possibilità di partecipare in maniera più semplice alle gare d’appalto.

L’Accordo comprende un insieme di temi d’interesse quali una clausola anticorruzione e una clausola di tutela dei diritti umani che potrebbe portare alla sospensione del trattato in caso di violazione degli stessi.

Sono peraltro previste dei punti di accordo per il rispetto dei diritti del lavoro e un chiaro riferimento agli accordi di Parigi per quanto riguarda la lotta al cambio climatico

OPPORTUNITÀ DI ESPORTAZIONE DAL MESSICO ALL’ITALIA

Nuove opportunità di esportazione di vantaggiose tariffare per il Messico rispetto ai principali fornitori italiani, in settori principali dello sviluppo quali:

  • Prodotti ittici
  • alimenti freschi
  • alimentari di vario tipo
  • bevande

OPPORTUNITÀ DI PRODUZIONE.

Ci sono diverse opportunità di esportazione per i prodotti messicani all’interno del mercato italiano. Per i prodotti Messicani, l’Italia può significare una buona opportunità di business, le opportunità di esportazione per tali stati sono all’interno di settori come   alimenti trasformati; prodotti ittici; fiori ornamentali.

Va notato che si tratta di settori poco esplorati la cui promozione è considerata una priorità nell’ambito delle relazioni commerciali tra Messico e Italia. Per gli stati del sud-est, il settore che più si avvicina al suo sfruttamento è quello dei prodotti ittici, questo per la sua posizione geografica. Secondo la piattaforma “Made in Mexico b2b” alcuni dei frutti di mare che attualmente stanno avendo maggiore richiesta in Italia sono:

  • polipo, calamari, pesce surgelato, lombo di tonno, squalo, cernia nera, gambero, cernia rossa.

Tenendo conto di quanto sopra, è possibile sviluppare un piano di esportazione per uno qualsiasi dei prodotti menzionati

DIMENSIONE DEL MERCATO ITALIANO

La produzione totale di prodotti della pesca in Italia (ISTAT) nel 2009 è stata di 468.000 tonnellate, rispetto alle 465.000 tonnellate dell’anno precedente.

Le importazioni hanno raggiunto le 913.000 tonnellate, rispetto alle 133.000 tonnellate esportate, determinando un saldo commerciale negativo per l’Italia di 780.000 tonnellate.

Facendo riferimento al pesce surgelato, anche la bilancia commerciale italiana è orientata verso le importazioni; Secondo i dati 2019 pubblicati dall’Istituto Italiano di Statistica (ISTAT), le importazioni totali di pesce, crostacei e molluschi surgelati ammontavano a 1,4 miliardi di euro, corrispondenti a 435.116 tonnellate di prodotto.

DOMANDA DEL MERCATO ITALIANO

Il consumatore italiano, in generale, si caratterizza per essere esigente e con un marcato carattere geografico nelle proprie abitudini di acquisto di prodotti provenienti dal mare. Così, nel nord, i consumatori tendono ad acquistare prodotti con un valore aggiunto più elevato, un alto livello di servizio (facilità di preparazione), mentre nel sud, il consumatore preferisce il pesce fresco.

La Dieta Mediterranea

Per quanto riguarda la tipologia preferita dai consumatori italiani nella dieta mediterranea, la maggior parte di loro preferisce il pesce surgelato al pesce naturale, con un fatturato di 520 milioni di euro, seguito da bastoncini e ready-made.

A differenza di quanto accade con il pesce fresco, il consumatore di pesce surgelato basa la sua decisione, nella maggior parte dei casi, sul prezzo. Motivo per cui i marchi della distribuzione vedono crescere costantemente la loro quota negli stabilimenti della grande distribuzione.