Agrimontana: dal cioccolato alla passione

0
1585

Per appassionati e responsabili di settore, Identità Golose è una grandissima occasione di osservazione e studio, oltre che per noti nomi stellati e grandi sponsor, di tutte quelle realtà piccole esteriormente, ma, grandi per carattere.
Passeggiando tra i numerosi stend, affascinata ed entusiasmata da tutto questo mondo a me nuovo, ho avuto il piacere di ascoltare e conoscere chi, ogni giorno, per mestiere, ma soprattutto per passione, si dedica a ciò che di più puro possa esistere, il cibo, in tutta la sua essenza.
Da amante del dolce, in particolare del buon cioccolato, non ho potuto resistere dall’approfondire la conoscenza di un’azienda piemontese presente in fiera, Agrimontana, nata da volere e passione di Cesare Bardini nel 1972.
Grazie alla gentilezza e disponibilità di Andrea Tortora, giovane chef pasticciere e docente Alma, e di Giuseppe, gentilissimo collaboratore di fabbrica e a mio avviso ottimo comunicatore, ho avuto il piacere di assaporare e degustare le numerose varietà di cioccolato lavorate dall’azienda raccontate secondo tradizioni e passioni, con romanticissimi accostamenti di frutta secca, fresca, candita e sciroppata, tutto a partire dalle diversità della materia prima, il cioccolato.
Esiste cioccolato e cioccolato, Agrimontana propone una materia prima studiata, ricercata e scelta, avvalorata da una storia tracciabile e riconoscibile dal suo attento cliente sotto il nome Domori, per concludere con una lavorazione tutt’altro che comune per un’attenzione alla totalità di aroma, gusto e tatto riconoscibili in ogni forma e misura.