Dalla Russia con amore: le mille qualità della barbabietola rossa

0
120
barbabietola rossa
La zuppa Borsch

Una delle verdure meno conosciute dalla cucina tradizionale italiana è la barbabietola rossa. Solo negli ultimi anni, grazie all’interesse crescente nei confronti degli ortaggi ricchi di proprietà salutistiche, ha iniziato ad essere maggiormente utilizzata in diverse ricette. Anche conosciuta come rapa rossa, questa pianta è ricca di antiossidanti e di vitamina K, che favorisce la coagulazione del sangue. Il suo colore rosso è dovuto alla presenza di betaina che riduce l’accumulo di grasso nel fegato.

Sono nato ed ho trascorso la mia adolescenza in Russia, dove la barbabietola rossa è l’ingrediente principale di una famosa zuppa chiamata “Borsch”. Inoltre viene anche utilizzata per un piatto tipico delle festività natalizie e dal nome abbastanza singolare: “Aringhe sotto pelliccia”. Si tratta di un’insalata di aringhe e verdure, servita fredda e ricoperta proprio dalla rapa rossa grattugiata. Nonostante i numerosi stereotipi, la cucina tradizionale russa non include solo pasti a base di vodka o caviale nero.

Per tutti coloro che volessero cimentarsi nel preparare una buona ricetta a base di barbabietola rossa, vi consiglio l’insalata di barbabietole con aglio.

Ingredienti per 2 persone:

  • 125 g di barbabietola rossa
  • 30 g di maionese
  • 15 g di noci
  • 2 spicchi d’aglio

Preparazione:

Lessate la barbabietola e poi grattugiatela con l’ausilio di una grattugia. Sbucciate l’aglio e macinatelo. Mettete tutto in un contenitore ed aggiungete la maionese. Amalgamate bene tutti gli ingredienti ed infine tritate le noci ed unitele all’insalata.