Pizza Festival e gluten-free: gli eventi per informarsi con gusto

0
295
Impasto per pizza senza glutine
Impasto per pizza senza glutine

Quello del gluten-free è senza dubbio un universo in espansione. Dalla pasta, alla pizza, agli snack fino ai prodotti per la prima colazione, la sperimentazione nell’ambito dell’alimentare per celiaci sta rendendo la vita di milioni di persone in tutto il mondo indiscutibilmente più facile. In effetti, fino a pochi anni fa, gli allergici a cereali come frumento, segale, avena, orzo e farro avevano davvero poche possibilità di godersi un pasto in cui le esigenze salutistiche potessero andare a braccetto con il piacere del palato. Oggi, per fortuna, le cose sono cambiate in meglio, con reparti del supermercato totalmente dedicati ed una gamma di prodotti sempre più ampia.

Tra l’altro, per sensibilizzare ancor di più la popolazione su un argomento come quello della celiachia che, come sanno coloro che ne sono affetti, è delicato, complesso e non va per niente sottovalutato, sono sempre in numero maggiore gli eventi sul Food che si stanno aprendo alla tematica dell’allergia al glutine. Difatti, importanti manifestazioni di richiamo anche internazionale stanno ampliando il ventaglio della propria proposta di intrattenimento a favore della minoranza di popolazione celiaca. Tra gli appuntamenti di maggior interesse, quelli dedicati all’universo della pizza sono di certo i più ricchi in iniziative per celiaci, i quali possono finalmente avere il piacere di assaporare una bella Margherita senza correre alcun pericolo.

Basti pensare all’appuntamento annuale del Napoli Pizza Village, l’evento gastronomico campano con numeri da record che per il 2019 andrà in scena dal 13 al 22 settembre. Sul lungomare Caracciolo lo stand dedicato alla celiachia non manca mai, ed i pizzaioli si sfidano puntualmente a colpi di panetti gluten-free. Non va poi dimenticato l’International Pizza Festival 2019 che si è tenuto a Milano dal 3 al 5 maggio. In questa occasione uno dei venti forni è stato riservato in modo esclusivo alla cottura degli impasti senza glutine, preparati tra l’altro dal noto pizzaiolo campano Salvatore Lionello, vincitore del Titolo Mondiale di “Migliore Pizza Gluten-Free”. Lo stesso accade per La Città della Pizza a Roma, dove tra le pizze al taglio e quelle fritte trovano il loro posto anche quelle per gli allergici. Tra i protagonisti dell’edizione 2019 Diego Vitagliano, uno dei pizzaioli più in gamba del panorama napoletano, e Sara Palmieri, prima pizzaiola donna dell’Irpinia.

Tuttavia, resta il fatto che orientarsi in un mondo che ha fatto del “senza glutine” un trend del momento seguito anche da chi non soffre di celiachia – che è a tutti gli effetti una malattia cronica, permanente ed incurabile – potrebbe risultare non poco problematico. Il rischio di banalizzare gli effetti della patologia sono tanti, ad esempio confondendola con la cosiddetta “gluten sensitivity”. Si tratta della sensibilità al glutine, un disturbo i cui sintomi sembrerebbero spaziare dal colon irritabile, al gonfiore, alla nausea fino alla diarrea e alla stipsi. Non esiste tuttavia alcuno studio clinico che finora abbia accertato la relazione tra la proteina e i disagi sovracitati.

Ma ritornando alla pizza…qual è la ricetta migliore per fare la pizza senza glutine a casa? Qui ve ne proponiamo una di Antonino Esposito, riadattata ovviamente per cottura in forno casalingo. Da provare!

Pizza senza glutine (per 4 persone)

Acqua 300 cl
Farina di riso 500/600 gr
Farina di soia 25 gr
Lievito di birra 5 gr
Sale 25 gr
Strutto 1 cucchiaio
Olio EVO 1 cucchiaio

Mischiate le due farina e il sale. Versate l’acqua in una ciotola (se la usate, nell’impastatrice), scioglietevi il lievito e aggiungetevi le due farine con il sale in maniera costante, poco per volta. Aggiungete lo strutto e fatelo assorbire. Sbattete l’impasto in modo da farlo ossigenare e aggiungetevi la restante farina. Alla fine aggiungete l’olio. Lavorate ancora l’impasto sul tavolo. Poi formate una palla e posizionatela nella ciotola. Sigillate la ciotola con della pellicola e fatela riposare in frigo per un quarto d’ora. Poi procedete a fare i panetti, copriteli e lasciateli a lievitare per alcune ore. Dopo la lievitazione, non avendo glutine, l’impasto probabilmente presenterà una superficie non liscia, ma bocciardata. Stendetelo con cura sul piano infarinato, aggiungetevi polpa di pomodoro, fior di latte ed olio Evo e cuocete in forno a 220°C.