La pizza in teglia dei De Luca all’I Drink Pink di Città del gusto

0
294

All’I Drink Pink non ci saranno solo i migliori vini rosati d’Italia ma anche il top della gastronomia con il sushi di Giappo, i taralli di Oltre Ogni Territorio-Sii Puglia, la carne di Sabatino Cillo, la Giardiniera di Morgan, i lievitati di Mollettieri e il gelato della Cremeria Gabriele ma a Napoli ed in una location come quella del Renaissance Hotels Naples Mediterraneo non poteva mancare la pizza e per l’occasione arriveranno due dei più promettenti pizzaioli campani: Giuseppe e Marco De Luca di Sciuè pizzainteglia.

Il lavoro fatto a Pomigliano d’Arco nell’ultimo anno sotto l’egidia del padre Mauro è interessante perché il format della pizza in teglia in Campania è in sviluppo e solo con la cura del prodotto può ottenere successo, cosa che stanno facendo i due ragazzi vesuviani come ci dice Giuseppe: “impasto indiretto preparato con farine integrali e grani biologici, macinati a pietra senza aggiunta di additivi e privi di qualsiasi conservante. Una lievitazione lunga, tra le 36 e le 48 ore con l’idratazione all’80%” il tutto in un locale dall’arredamento moderno e curato, con circa 30 posti ed uno spazio esterno: “Abbiamo scelto volutamente questo format perché il mercato lo richiedeva. Da Roma in su c’è molto sviluppo attorno a questo modo di fare pizza ed anche noi stiamo avendo delle soddisfazioni”.

Il locale nasce un anno fa e si accosta all’altro ristorante della famiglia De Luca, Sciuè – Il panino vesuviano, e da qui nasce poi il format per la pizza, perché come afferma Giuseppe “siamo panificatori, veniamo da quel mondo e la pizza romana è più vicina al mondo del pane rispetto a quella tradizionale napoletana”. Per l’I Drink Pink di Città del gusto la famiglia De Luca sta preparando due tipi di pizze molto speciali: “Saranno entrambe focacce a base bianca. Una avrà una misticanza selvatica, con salmone affumicato norvegese, stracciata di bufala, ribes ed una maionese alla barbabietola per richiamare il colore rosa. L’altra avrà della mortadella cucita a mano con mousse di ricotta e zets di limone”.