Sottofondo per Marinara Starita

0
290
Marinara Starita
Marinara di Starita

Il sapore della malinconia

Flusso di pensieri tra coscienza e in-coscienza: esperimento di Cinegustologia su base musicale. La Marinara di Starita

È uno di quei giorni che ti ritrovi a camminare, per chilometri. Non puoi fermarti, sei solo, accompagnato da un fascio di pensieri convulsi. Puoi solo camminare e sperare di sfibrare i grumi nella mente, diluirli come cioccolato denso a bagnomaria.

È tardi, sei stanco, hai voglia di sederti e mettere qualcosa tra i denti. Cerchi una casa, trovi conforto da Starita. Niente fila, bene. Vai per birra e Marinara Starita. Che poi la marinara non è mai stata tra le tue prime scelte. Servito presto, tagli la pizza a metà, poi in 8 pezzi: ora hai fame, vuoi godertela con calma.

Afferri con due dita il primo trancio e… stai da Starita: il pezzo non muore afflosciandosi sotto il suo peso. Bam, il boccone scoppia in bocca. Qua non scarti, come per le altre marinare, la presenza grossolana di aglio o il tappeto di origano. No, fai esplodere il tutto, cornicione croccante compreso. Ma come è possibile che questa pizza sia più buona e potente della Margherita?

Passi al secondo pezzo. Non fai in tempo ad avvertire la callosità del datterino che parte un altro Bang: la musica di Taxi Driver incomincia a scorrere nella mente, ti capita a volte. Mastichi e il sorriso di De Niro si confonde con l’immagine di un viale. Quello della vecchia casa. È sera, scendi per la strada tortuosa e fischi, a coprire i pensieri, la musica di Herrmann.

Marinara_Starita
Uno sguardo sul viale

Ma che succede? Ti ricomponi guardandoti intorno e… sorridi, dando ragione a chi pensa che la testa sia una sfoglia di cipolla. Sorseggi la birra, fai spazio ad un altro pezzo di pizza, ma… la musica è partita: ora è il salato del pecorino a commuovere, a prenderti a tradimento portandoti lontano. È lei che vedi oltre la ruggine del tempo, mentre risale un motivo di Daniele in Ricomincio da tre.

Marinara_Starita
Ruggine

La commozione di questa pizza è al suo apice. Il sapido del pecorino danza tra dolci rondelle di pomodorino e il pungente dell’aglio ha ormai il tono malinconico di un tango argentino. La musica di Piersanti accompagna il ricordo di quell’angolo sul mare.

Marinara_Starita
Spicchio di mare

Le lacrime, il salato dei sapori, strappano un ghigno di piacere. È tutto così assurdo, eppure maledettamente breve. Come la pizza.

Dopo la laurea in Scienze Politiche presso L'Istituto Universitario Orientale di Napoli, ha conseguito il Dottorato di ricerca in Storia e Politica dell'Età Moderna e Contemporanea - Scuola Europea di Studi Avanzati (SESA) presso l'Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa. Ha coniugato impegno sociale ed ambientale amministrando dal 1998 al 2003 la cooperativa sociale di tipo B "Città di Leonia". Dal 2009 al 2018 ha collaborato con la società di e-commerce Yes s.r.l. di Napoli. Appassionato di storia, politica e cucina, ama viaggiare a piedi per i cammini europei in compagnia della famiglia. Pratica da più di 10 anni competizioni di Vela Radiocomandata