Materia prima e ruolo del fornitore. La filosofia di Gran Chef Service

0
3445
finger food

Si parla molto dell’importanza della qualità nella materia prima in ambito gastronomico. Ingredienti che testimoniano la ricchezza del territorio da cui provengono e relazioni umane (dal fornitore al cuoco) che permettono di tirar fuori il meglio da ingredienti semplici, determinanti il successo di un piatto. È stato questo uno dei temi importanti nell’ultima edizione di Identità Golose. Durante l’evento gastronomico milanese abbiamo avuto il piacere di intervistare Martin Kaspar, responsabile vendite dell’azienda Gran Chef Service. Realtà che conosce bene l’impegno nella selezione di prodotti di qualità, da fornire a strutture ricettive italiane di alto livello.

Kaspar ci ha spiegato che l’attuale progetto dei “freschi e freschissimi” della gastronomia firmata Gran Chef Service è nato all’interno di una storica azienda alimentare altoatesina: si tratta della Woerndle, nata a Bolzano alla fine degli anni Sessanta. “Questa ditta – ci spiega Kaspar – prende il nome dal suo fondatore, originario di Caldaro, che ha avuto il merito di creare un distributore di alimentari secchi, all’epoca punto di riferimento per la ristorazione dell’Alto Adige”.

Oggi Gran Chef Service prende a cuore tutto il lavoro dei suoi clienti ristoratori, offrendo loro il meglio dei prodotti di gastronomia di alto livello. “Lavoriamo a 360 gradi – ci ha spiegato il nostro intervistato – partiamo dalle prime colazioni di qualità per i grandi alberghi fino ad arrivare alla carne, al pesce e alle mini verdure”. Un aspetto che ci ha davvero incuriosito è che la ditta ha una particolare competenza per le carni. “Abbiamo carni da quindici Paesi del mondo, andiamo fieri del nostro assortimento”.