Enzo Coccia: l’artigianato della pizza

Posted by  Maria Rosaria Miraglia   in       4 years ago     1266 Views     Leave your thoughts  

Divulgatore della vera pizza napoletana in Italia e nel mondo Enzo Coccia ospite del Master in Comunicazione Multimediale dell’Enogastronomia ci spiega origini e segreti della pizza napoletana.

Le prime pizzerie a Napoli nascono nel 1810 quando nella città inizia ad arrivare gente dalle province e dalle zone limitrofe.Si diffonde così il fenomeno del cosiddetto cibo di strada, in chiave moderna denominato STREETFOOD. Coccia ci spiega come negli anni si sia resa necessaria la stesura di un disciplinare che regolamentasse quali caratteristiche debba avere la vera pizza napoletana.Sono quattro i punti fondamentali: memoria storica, localizzazione geografica, processo produttivo, prodotto finito.Quando parliamo della ricetta, tramandata dalla Scuola Dei Medici di Salerno, il nostro artigiano pizzaiolo ci tiene a chiarire che gli ingredienti hanno delle dosi precise a cui va aggiunta la sapienza e l’esperienza.

La pizza napoletana non è FASTFOOD sottolinea il nostro ospite ma legame con il territorio, prodotto specifico umanizzato e incantato.La sua passione per la pizza gli viene tramandata dai genitori e oggi lui continua la tradizione di famiglia nelle sue due PIZZARIE: (dice Coccia:” non è un errore di scrittura ma ho voluto specificare che da me si mangia solo pizza”) la Notizia e la Notizia Due.

La grande dedizione per il suo lavoro e la determinazione di fare sempre meglio portano alla nascita della società Pizza Consulting, società di consulenza che fornisce informazione agli operatori del settore sulla gestione dell’andamento generale della pizzeria, sulle tecniche di lavorazione commercializzazione del prodotto e sulla predisposizione delle attrezzature.
Inoltre si organizzano corsi professionali e amatoriali per pizzaioli.

Sicura di aver stimolato le vostre papille gustative e la voglia di un’ottima pizza non mi resta che augurare buon appetito a tutti!!!

No Comments

No comments yet. You should be kind and add one!

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.