Cibo e vino: alcuni consigli per la vostra pasquetta

0
486
Pasquetta 2020
Pranzo di pasquetta

“Pasqua con i tuoi, pasquetta con chi vuoi”. Purtroppo a causa dell’emergenza Covid19, passare il Lunedì di pasquetta con chi e dove si vuole è complicato. Non lo è invece la scelta del menu. Ci si può sbizzarrire a sperimentare nuovi piatti, e perché no…andare anche contro le tradizioni locali. L’abbinamento cibo-vino è doveroso per chi, come me, è amante sia di uno che dell’altro, inoltre questo connubio rende armonioso e piacevole l’intero pasto. Il mio menu è composto da un primo piatto a base di lasagne con ragù bianco ed asparagi, l’abbinamento al vino può sembrare difficile, ma in questo caso ho voluto “tirar fuori” dalla mia piccola cantina un Pinot bianco Riserva DOC Vorberg della cantina Terlano che ha una sapidità del tutto particolare e un bouquet di agrumi ricco e variegato che sposa bene la “grassezza” della lasagna. Procedo senza dubbio alcuno, alla seconda portata: Agnello con patate. In questo caso faccio un salto nella tradizione che avevo abbandonato nella prima pietanza.  L’abbinamento è senza dubbio con un vino rosso. La mia scelta è stata Aglianico  del Vulture DOC La firma di “Cantine del Notaio”. Un vino complesso e corposo, caratterizzato da tannini vellutati che ben si accoppiano con una carne così saporita e importante. Arriviamo così alla mia parte preferita: Sua maestà, la pastiera. Dolce tipico della tradizione napoletana, protagonista dei giorni pasquali. La leggenda narra che fosse stata Partenope la creatrice di questa delizia, simbolo anche del periodo primaverile. Prepararla a casa non è semplice, i procedimenti sono tanti e la pazienza non deve mancare. Ricotta, grano, canditi, cannella, scorza d’arancia; questi e molti altri sono gli ingredienti per cucinarla. Oggi sono numerose le variazioni e possono cambiare anche da famiglia in famiglia. Per questo dessert così speciale è necessario un vino dolce: il passito di Pantelleria DOC Ben Ryè cantina Donnafugata. L’abbinamento in questo caso è per concordanza. Al naso i sentori ricordano i profumi del nostro dessert, in bocca invece, dolcezza e acidità si bilanciano alla perfezione rendendo l’abbinamento con la pastiera molto equilibrato. Ecco completato menu di pasquetta; semplice, gustoso e soprattutto capace di rendere questi giorni difficili, un po’ più leggeri.