ACQUASALE CON ASPARAGI

Posted by  Roberta Campassi   in       4 years ago     4608 Views     Leave your thoughts  

IMG_3056

Questo mese come avete potuto vedere dal post pubblicato il 31 Luglio vi proporrò alcune ricette di Frank Rizzuti, chef del ristorante “Cucina del Sud”, che ho preso dalla rivista del Gambero Rosso.

Acquasale con asparagi

Ingredienti: 4 uova di giornata, 1 mazzo di asparagi selvatici, 1 cipolla, 1 grossa fetta di pane casereccio di semola raffermo, olio extravergine di oliva, sale

Cuocere le uova nel roder per 55 minuti a 64°C (altrimenti cucinarli poché, sgusciati in acqua bollente, tenendoli il più morbidi possibile). Nel frattempo pulire gli asparagi, mettere le punte in un pentolino con cipolla e olio, a parte centrifugare i gambi. Presentare il piatto posizionando prima il pane con sopra le punte d’asparagi, poi l’uovo sgusciato e infine la spugna di asparagi (come specificato qui sotto) ed il centrifugato. Aggiustare con olio e sale.

Spugna di asparagi: 120g di crema di asparagi saltati, 125 g di albume, 80g di tuorlo, 20 g di farina, sale e pepe

Si passano in padella con un filo d’olio e uno spicchio d’aglio, fuori dal fuoco di aggiungono uovo e farina e si frulla il tutto, fate attenzione ai grumi. Quindi si mette la crema in un sifone caricato con 3 capsule di N20 (protossido di azoto, le capsule per la crema chantilly). Si fa riposare per mezz’ora, quindi si sifona in bicchieri di plastica riempiendoli per metà; dopo aver praticato 3 taglietti sul fondo, si passa al microonde alla massima potenza per 30 secondi (col bicchiere appoggiato sul fondo e l’apertura verso l’alto). Passato il tempo si estrae il bicchiere e si capovolge su un piano, aspettando che si freddi e si asciughi la spugna. Quindi, quando il calore è sfiatato per bene e la spugna stiepidita, si sfila il bicchiere.

Buon appetito!

 

INFO E ISCRIZIONI MASTER:

www.unisob.na.it/enogastronomia

 

Giornalista professionista e Film Maker, laureata in Scienze della Comunicazione, Master in Comunicazione Multimediale dell'Enogastronomia e Master di Giornalismo.

No Comments

No comments yet. You should be kind and add one!

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.