A maggio tutti a Paestum

0
1090
Master Comunicazione Multimediale dell'Enogastronomia
Master Comunicazione Multimediale dell'Enogastronomia

Simbolo del Made in Italy, la Mozzarella di Bufala è una prelibatezza riservata agli Dei, la cui storia, come ogni leggenda, si perde nella notte dei tempi.Dal 23 al 24 Maggio 2018 Paestum si presta come palcoscenico per l’undicesima edizione di “Le Strade della Mozzarella”. Uno degli eventi enogastronomici più apprezzati nel nostro bel paese. Specchio di una terra che è un anello di congiunzione tra sapori e tradizioni.

Eat Well and Stay Well-Medway sarà il tema di Le Strade Della Mozzarella. La Dieta Mediterranea usata come modello alimentare basato sul consumo di cibi naturali privi di additivi e conservanti chimici allo scopo di avere un  maggiore benessere a tavola adottando un modello di ristorazione sostenibile.

Come consueto la Mozzarella di Bufala Campana “DOP” sarà affiancata da una serie di prodotti rappresentanti il meglio dello straordinario paniere agroalimentare italiano.
” La cucina è di per sé scienza, sta al cuoco farla diventare arte “ sosteneva Gualtiero Marchesi. Proprio per questo motivo i protagonisti  indiscussi di questa undicesima edizione saranno gli chef nazionali ed internazionali. Parteciperanno all’evento per valorizzare uno dei prodotti campani più amati nel mondo.

Laureata in Scienze e Tecnologie Alimentati spinta dalla passione e dalla voglia di rivalsa del mondo scientifico, anni fa mi sono accostata alla chimica degli alimenti. Amante dell'enogastronomia, appassionata di cucina, da sempre ho amato il cibo, la cucina e le tradizioni enogastronomiche del nostro Paese ma, con una certa riverenza ed un pizzico di soggezione, sono stata in disparte per molto tempo.Facevo da spettatrice silenziosa alla bellezza dello spettacolo del cibo che, nelle più svariate forme, prendeva vita sotto i miei occhi. Mi sono spesso sentita rivolgere questa domanda :" Come mai questo percorso culturale? Per puro amore. Cucina non è mangiare. E’ molto molto di più. Cucina è poesia".